Milano come Barcellona: città dell’accoglienza.

21-02-2017. Oggi l’assessore alle Politiche Sociali ed al Welfare Pierfrancesco Majorino ha proposto per il 20 maggio una grande marcia per dire che si vuole accogliere chi fugge da guerra fame e povertà.

Mi sembra davvero un’ottima idea.

la festa alla caserma Montello, la rete solidale che le si è costruita attorno nacque da un’intuizione profonda: ci voleva, sui temi dell’accoglienza, una contromoblitazione positiva. Non ci si poteva limitare a rispondere all’ondata di razzismo, xenofobia, neofascismo, bisognava riaffermare con decisione che i c’erano portatori di altri valori, che volevano conoscere chi arrivare e costruire con lui percorsi di dialogo e di convivenza. Che non solo c’era chi non aveva paura, ma che c’era chi era a disposto a difendere chi fuggiva da fame e povertà e riteneva doveroso offrigli aiuto. L’assessore Pierfrancesco Majorino raccoglie e proietta su scala cittadina questa sfida con un momento grande e visibile come una marcia ed è bello sapere che il nostro sindaco si sia già detto d’accordo, una marcia che si vuole bella, festosa per dire che Milano vuole accogliere e costruire con chi è già qui una città che sia davvero la città di tutti. In tempi di politica triste, mi pare una grande battaglia che merita di essere combattuta.

Annunci